Homepage             Il maestro             Gli accordi       Teoria generale     Regolamento         Contattaci




Il mio impegno... quello di andare oltre, continuamente verso la ricerca esasperante e meticolosa di nuovi orizzonti musicali...

   Vedi dettagli... 

 
 


  Postura del corpo musica leggera
  Postura del corpo musica classica
  Mano sinistra e mano destra
  Appunti essenziali sul ritmo
  Appunti essenziali sull'arpeggio
  Corda fondamentale o tonica
  Il solfeggio
  Formazione accordi triade
  La chitarra e le sua struttura
  La tastiera della chitarra

  Acquisto della chitarra













Postura del corpo per suonare la musica leggera

Questo è un capitolo fondamentale per ogni chitarrista principiante per cui il mio consiglio è di seguire in modo scrupoloso tutte le raccomandazioni che vi farò. Alla base di tutto dovete essere umili, pazienti e determinati. Tutto ciò che troverete qui è frutto di studio, passione, costanza, sacrifici, ore spese giorno e notte a studiare in continuazione per acquisire una preparazione più accurata e professionale.
Quando suonate i vari brani di musica leggera, poggiate la parte stretta (concava) della chitarra sul ginocchio destro, e il piede destro su un poggia piede, di conseguenza la gamba rispetto al busto formerà un angolo leggermente inferiore ai 90°, il ginocchio risulterà leggermente rientrato verso l’interno. Qualche volta capita, anche per riposare, di usare il ginocchio sinistro. Quindi a voi la scelta, non esiste una regola scritta. Tranne quando suono la chitarra classica. In questo caso il ginocchio è SEMPRE IL SINISTRO per il diverso utilizzo del polso. Ma di questo parleremo più avanti.
E’ determinante la posizione del busto, deve essere sempre diritto, il gomito sinistro formerà un angolo di circa 90° rispetto al braccio, il polso sarà curvato rispetto all'avambraccio a destra, quasi 45 gradi, il palmo della mano dovrà risultare quasi in linea con la parte bassa del manico della chitarra:

- all’altezza dell’indice una distanza di 10 millimetri mentre alla parte opposta vicino al mignolo una distanza di 20 millimetri, e le dita piegate a martellino perfettamente in linea di fronte alle corde.
La tentazione, per molti, è di avvicinare il corpo alla mano, in modo da avere più forza nello stringere il manico e riuscire a fare il BARRE'.
Ma facendo così il busto rimarrebbe piegato verso sinistra, di conseguenza, la scoliosi è sempre in agguato per cui state attenti a concentrarvi sulla posizione eretta del busto. Il pollice della mano sinistra, deve essere sempre diritto e poggiato sulla metà del manico, nella parte più spessa, inoltre in base all'accordo che eseguite, esso deve essere, oltre che diritto, in mezzo, come baricentro, più o meno in linea con il dito medio il numero 2.
E' chiaro che un allievo può avere una mano più piccola e un altro più grande, per cui la regola generale è la seguente:

Mantenere più o meno il pollice a metà del manico, in modo che, il palmo della mano non tocchi la parte bassa del manico, così facendo, il palmo non toccherà la prima corda, la più sottile, il Mi cantino – ricorda: le corde si contano dal basso - Il problema sta tutto qui.
Per distrazione, perché magari siete concentrati sul brano da eseguire, soprattutto sul ritmo, potete dimenticarvi della mano sinistra e del palmo della mano e di conseguenza, toccare la prima corda. Mentre cambiate gli accordi, soprattutto i più impegnativi come i Barré, sforzatevi di mantenere il palmo della mano in linea con il manico e di non spostarlo. Sarò ancora più chiaro. Nel momento in cui vi trovate in un accordo,  uno qualsiasi, la tentazione può essere, quando cambiate, di girare il polso della mano verso sinistra o destra, ho visto allievi fare così e c'è voluta tutta la mia pazienza per correggerli, perciò sforzatevi, se avete questo problema, non esitate a contattarmi tramite e-mail e ne parleremo in videoconferenza.
Le dita devono essere sempre a martellino, dovete prendere e premere le corde con la punta del dito, in posizione, appunto, di martellino, dove avete più forza, in modo che:

la parte bassa del polpastrello non  tocchi la corda inferiore.

Ricordatevi soprattutto: il 50% della concentrazione deve essere rivolta verso la mano sinistra che esegue e cambia gli accordi e l'altro 50% deve pensare al ritmo.
Il braccio destro poggiato sulla parte più grande della chitarra in modo che l’avambraccio possa muoversi liberamente in giù durante l’esecuzione del ritmo. Fate in modo che durante il ritmo l’avambraccio e la mano destra si muovano in verticale, che il polso della mano destra non compia il movimento rotatorio su se stesso.

Ricapitolando:

- Il busto sempre diritto;
- Poggiate la parte stretta della chitarra sul ginocchio destro;
- Il piede destro su un poggia piede, il ginocchio risulterà leggermente rientrato verso l’interno;
- Il manico della chitarra leggermente sollevato rispetto alla cassa armonica;
- Il braccio destro poggiato sulla parte più grande della chitarra;
- L’avambraccio si muove liberamente in verticale durante l’esecuzione del ritmo;
- Durante il ritmo l’avambraccio e la mano destra si muovano in verticale, in modo che il polso della mano destra non compia il movimento rotatorio su se stesso;
- Il pollice della mano sinistra dietro al manico nella parte più spessa;
- Il palmo della mano che non tocchi la parte bassa del manico;
- Le dita a martellino piegate davanti alle corde.

Privacy | Copyright | Note legali | E-Mail | Myspace 


Skitarrate - Accordi musicali,  testi e
spartiti